Archivio | novembre 2013

Maledetta Mafia

piera aiello

Un libro molto interessante per chi vuole capire e approfondire la difficile vita dei testimoni di giustizia , non collaboratori o pentiti , qui si parla di una anzi due donne che hanno avuto il coraggio di rompere quel muro di omertà e che non hanno mai voluto saperne , una Rita Atria che si e suicidata quando e morto Paolo Borsellino e figlia di un Mafioso e nonche cognata di Piera Aiello testimone di giustizia

Ortigara Terra Sacra agli alpini

  mnjMzIH7tSvK9VgyKlmOr_g

Un libro scritto da chi ha vissuto in prima persona le battaglie sull’Ortigara , sopratutto per rettificare qualche inesattezza nei numerosi libri sulla battaglia dell’ortigara e per segnalare qualche dimenticanza importante come l’annientamento del battaglione Bicocca.

Mario Aldrovandi è succeduto al comando della 123° compagnia del Battaglione Bicocca del 2°Alpini alla medaglia d’oro Enea Guarnieri nel giugno 1917 dopo due lunghe ore di lotta corpo a corpo contro tre ondate di truppe d’assalto austroungariche.

Se questi sono gli uomini

cop

 

Solo a metà del 2012 sono più di 80 le donne uccise in Italia dai loro compagni. 137 nel 2011. Una ogni tre giorni. L’autore ha attraversato il paese inseguendo le storie dei tanti maltrattamenti e dei femminicidi . Finalmente la voce di chi subisce violenza possiamo ascoltarla, insieme alle parole degli uomini, quelli che sono stati denunciati: “Avevo paura di perderla. Gliele ho date così forte che è volata giù dal letto…”.

“Qual è allora l’Italia vera, quella dove l’amore è una scelta e le donne sono libere, o quella delle tante case prigione in cui siamo entrati?… Questa è una storia che ci riguarda da vicino, perché ci dice come siamo nel profondo” scrive Iacona. È un fenomeno che non si può catalogare tra i fatti borderline. Sono migliaia i casi di violenza silenziosa e quotidiana che si consumano nelle nostre case. “La sera, appena sentivamo il rumore della macchina di lui, io e i bambini entravamo in agitazione; dicevo loro: ‘Mettetevi subito davanti alla tv’.”

Un libro che fa venire i brividi per tutte le donne che non sono state in grado di denunciare le violenze subite dai propri mariti o compagni .Non credo ci sia niente di peggiore sentire e leggere di questi casi , a me si raggela il cuore , ed io sono un uomo anche se ora mi vergogno di esserlo. Un grande libro perchè le morti di tutte quelle donne vittime di violenza non passi innosservato e venga preso come un gravissimo problema per poter fermare questa strage.

L’acchiappasogni

l'acchiappasogni

Descrivere questo libro può sembrare cosa semplice , ma per le persone che amano la montagna e difficile , e una breve raccolta , una piccola biografia di una persona semplice ed umile …ma sopratutto una grande alpinista che saliva ancora in maniera classica , caduta in un crepaccio dopo aver conquistato il broad peak:

“Nell’aria rarefatta degli ottomila himalayani, popolata da esperti alpinisti, pochi anni fa fece la sua prima apparizione una ragazza dalla corporatura minuta, gli occhi di cielo e un sorriso luminoso. Era un Acchiappasogni, come amava definirsi. Un Grillo che cercava di salire su cime altissime”

Cristina Castagna (valdagno 23 dicembre 1977 – Broad peak, 18 luglio 2009)

Corno Battisti

corno battisti

Questo libro e molto interessante sotto il profilo storico , e ideale per approfondire la conoscenza dopo aver percorso a piedi la zona , la lettura di questo libro aiuta molto quanti saliranno su questo monte dapprima nominato Monte Corno di Vallarsa , e più successivamente Monte corno Battisti dopo la cattura di Cesare Battisti e Fabio Filzi dove gli arditi hanno conquistato e scritto una pagina della storia d’Italia.

Cesare Battisti e Fabio Filzi furono impiccati a Trento nel Castello del Buonconsiglio come traditori essendo austriaci il 12/7/1916 .

“L’esecuzione avvenne nella Fossa della Cervara, sul retro del castello. Le cronache riportano che la prima volta il cappio si spezzò e che il carnefice ripeté l’esecuzione con una nuova corda. Un testimone diretto, raccontò che, qualche ora prima dell’impiccagione, aveva chiesto al boia (Josef Lang, venuto da Vienna e chiamato ancora prima che il processo iniziasse) come sarebbe stata fatta. Questi glielo fece vedere, passando una corda sottile attorno al collo di un assistente e fissandola poi a un gancio. Richiesto se proprio quella era adatta per l’esecuzione, il Lang rispose che la corda buona la teneva nella valigia, donde effettivamente poi l’estrasse quando la prima si spezzò, il che sta a significare che già era stato deciso che il supplizio sarebbe stato ripetuto.”

 

1914-1918 La grande guerra sugli altipiani…

1914-1918

Un grande libro che narrà le cruente battaglie su diversi altipiani , Folgaria , Luserna , Lavarone , Vezzena , Sette comuni di Asiago , Monte Pasubio e Monte Cimone e sugli altri fronti di guerra . La storia descritta dai protagonisti delle due parti in lotta , un libro indispensabile per chi volesse capire meglio la storia , visto la mancanza di approfondimento delle scuole sulla storia più contemporanea…

Ideale per chi come me , abita a 20 km dall’antico confine austroungarico

La storia ci dovrebbe insegnare a non commettere due volte gli stessi errori .

Monte Cimone

monte cimone

Uno dei tanti libri della mia libreria personale che descrive le vicende storiche legate alla grande guerra del 15-18 , dove non sempre e possibile avere una visione con un’unico libro di tutte le vicende legate a questo evento bellico , vista la grande estensione del fronte di difesa .

Questo particolare libro racconta le vicende legate al Monte Cimone , alla sua mina e caposaldo molto importante vista la sua posizione geografica.

La vetta del monte Cimone fu profondamente modificata da una grande mina scavata dalle truppe austroungariche. Alle ore 5.45 del 23 settembre 1916, furono fatti brillare 14.200 kg di sostanze esplosive, seppellendo l’intera brigata di fanteria lì dislocata. I resti di 1.210 caduti (tutti ignoti) furono recuperati nel primo dopoguerra e ricomposti in un ossario.

Centomila gavette di ghiaccio

images (1)

Questo è un libro che provoca delle emozioni indescrivibili , racconta l’odissea della ritirata in Russia, scritta da uno che ha toccato con mano la sofferenza , Giulio Bedeschi ufficiale medico ….non aggiungo altro , leggete il libro , le lacrime e le sofferenze di quei poveri uomini che sono riusciti a tornare , vi faranno riflettere molto sul mondo e sui giorni nostri.

« La notte di Natale calò sulla distesa bianca; era patetica e struggente come solo i soldati in trincea la sentono, lontani da ogni bene, dispersi nel silenzio, prossimi alle stelle. »

« La visibilità divenne nulla, come ciechi i marciatori continuarono a camminare affondando fino al ginocchio, piangendo, bestemmiando, con estrema fatica avanzando di trecento metri in mezz’ora. Come ad ogni notte ciascuno credeva di morire di sfinimento sulla neve, qualcuno veramente s’abbatteva e veniva ingoiato dalla mostruosa nemica, ma la colonna proseguì nel nero cuore della notte. »

« L’autore affida al lettore la storia di un esiguo reparto; omettendo gli autentici nomi ha voluto deliberatamente trascendere le singole persone, perché questa è stata davvero la storia di tutti gli alpini, e perché in essa tutte le madri possano intravedere i volti dei loro figli e riviverne la storia di dolore e di morte […] »

« il male non è soltanto di chi lo fa : è anche di chi , potendolo impedire , non lo impedisce »Tucidide

 

Escursioni nelle Piccole dolomiti e nell’alta valle d’agno

seb sandri

 

Questo libro e stato scritto da un mio caro amico , compagno di avventure nelle corse in bicicletta , un libro molto bello e scritto con il cuore che riporta molti itinerari naturalistici , molti percorsi su diverse zone della nostra bellissima valle ,una guida molto completa e dettagliata indispensabile per tutti gli amanti del trekking dell’aria aperta e appassionati di montagna